6 Luciano Galassi – Zompa chi po’, dicette ‘o ranavuòttolo

Inserito da: · gennaio 13, 2012

Si racconta che un ranocchio e un topo decisero di disputare una gara di corsa. Il roditore, agile e veloce, accumulò ben presto un consistente
vantaggio sul batrace, ma, quando arrivò ad un ruscello, il suo slancio fu frenato perché non v’era altra maniera di superare l’ostacolo che
attraversare il corso d’acqua a nuoto. Si sottopose quindi a tale cimento ma, avendo scarsa pratica natatoria, si agitava molto ed avanzava poco; in più, mentre annaspava goffo ed impacciato nell’elemento a lui ostile, vide il rivale raggiungere agevolmente l’altra sponda con un solo balzo spiccato
sulle zampe posteriori: “Però così son buoni tutti a vincere”, protestò. – E il ranocchio: “ Salta chi può!”.

Luciano Galassi – Zompa chi po’, dicette ‘o ranavuòttolo – vesuvioweb

 

 

Aggiungi un commento