Armando Polito – Il Vesuvio in un Leopardi napoletano ante litteram: Gerolamo Fontanella

Inserito da: · Gennaio 31, 2012

Vale la pena ricordare che il suo nome fu fatto anche, insieme con quello di Francesco Balzano e di Giulio Cesare Cortese, come quello del probabile autore de La tiorba a taccone pubblicata, com’è ormai certo, sotto lo pseudonimo di Sgruttendio dal mediocre poeta Giuseppe Storace D’Afflitto, che l’aveva comprata da un altro evidentemente più dotato di lui. Soffermiamoci ora per un attimo sul titolo che ho dato a questo lavoro. Qualcuno dirà che esso è sparato ad effetto alla maniera giornalistica, nella speranza di catturare, al di là dei contenuti tutti da verificare, l’attenzione immediata di qualche lettore in più…

Armando Polito – Il Vesuvio in un Leopardi napoletano ante litteram – Gerolamo Fontanella – vesuvioweb

… In parte sarà così, ma come si fa a non cedere alla tentazione di trascurare alcune coincidenze? Lasciando ad altri più ualificati di me il compito di rinvenire e definire nella poesia di Leopardi alcuni echi di quella del nostro (Al Tempo, Quanto sia miserabile lo stato dell’umana condizione, Il Festola fiumicello d’Agerola, solo per citare alcuni titoli) mi limiterò a ricordare la breve vita di entrambi, il soggiorno napoletano del poeta di Recanati ed alcuni…

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Armando Polito

Aggiungi un commento