Mariolina Bencivenga – Correva l’anno

Inserito da: · gennaio 15, 2012

Lo stendardo del Vesuvio fumante sormontato da un grappolo d’uva con impresso il motto “TER IGNIS”, tre volte il fuoco, sventolava sul municipio del paese, dietro un cielo striato di rosso, per l’ora del tramonto. Era trascorsa una giornata azzurra, col vento che aveva spazzato l’orizzonte fino a mare, dissolvendo gli ultimi nembi e le perplessità dei pescatori, più timorosi, nel dover prendere il mare anche di notte.

 

Mariolina Bencivenga – Correva l’anno – vesuvioweb

 

 

Capri era apparsa nitida nel suo ammaliante profilo, così come l’estremo lembo della punta della Campanella che, mano a mano ci si distanziava dalla costa, abbracciava i verdeggianti monti Lattari, stranamente azzurri quella sera, come non apparivano da tempo. Una falce di luna era sorta ad illuminare le stradine del paese. Non s’udiva voce, né suoni. Dopo una giornata di battaglia, era rimasta nell’aria l’aroma acre di polvere da sparo ad impregnare i campi e la puzza di sangue s’era mischiato al profumo delle zagare e delle ginestre.

Aggiungi un commento