“Novità” da TRIPOLI – Amilcare Laurìa – 1911. La Compagnia dei Comici Napoletani sbarca aTripoli

Inserito da: · gennaio 29, 2012

La vecchia Compagnia Comica Napoletana del Teatro San Carlino.

Il vecchio Don Gaetano Petito continuava: Voi credete io v’abbia raccontato finora le maggiori peripezie di quel nostro sventuratissimo viaggio, e v’ingannate; attento, dunque. Don Salvatore Petito « Il Pulcinella delle Dame », come lo chiamava il suo pubblico per la graziosità e la morigeratezza della sua recitazione, e, più ancora, delle sue improvvisazioni, pareva avesse persa la testa, dopo l’assassinio del suo amico Don Vito Caligiuri, divenuto capo-brigante. E questo appunto dovè esser causa della sua testardaggine di partire da Malta…

La vecchia Compagnia Comica Napoletana del Teatro San Carlino Vincenzo Santelia (il brillante) - Giovanni De Chiara (il caratterista) - Antonio Petito (il più famoso Pulcinella) - Andrea Natale (il siciliano) - Davide Petito (Pangrazio Ciscigliese) - Pasquale De Angelis (il buffo Barilotto) - Marianna Checcherini (la caratterista) - Pasquale Altavilla (il celebre generico e commediografo del « San Carlino ») - Rosalia Linder (la servetta) - Raffaele De Napoli (il guappo)

Novità da TRIPOLI – Amilcare Laurìa 1911 – La Compagnia dei Comici Napoletani sbarca aTripoli – vesuvioweb

… con quella specie di nave. Bisogna ricordiate che Don Salvatore Petito, mio padre, aveva per compagna Peppina Errico, che sposò al suo ritorno a Napoli. Ella divenne poi la proprietaria del celebre teatrino della Marina, che preseli suo nome: il Teatro Donna Peppa. Di figli ne aveva due soltanto; questo vecchio che vi parla (allora non ancora decenne) e sua sorella Rosina, minore di lui.

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Il teatro tra ricerca e storia

Aggiungi un commento