Agguanta ca me ne vengo…

Inserito da: · gennaio 20, 2012

A sera eravamo stanchi come atleti dopo un pomeriggio di allenamento su campi di calcio o in palestre superdotate di attrezzi. Ma noi non avevamo campi o palestre né piscine per educare atleticamente il nostro corpo o per gonfiare i nostri muscoli…

Iconografia: Pieter Bruegel (ca. 1525 – 1569)

Salvatore Argenziano – Agguanta ca me ne vengo – vesuvioweb

…Trascorrevamo pomeriggi interi giocando a pallone, parola grossa, con una palla di pezza oppure, se andava bene, con una pallina di gomma, di quelle che usavano le bambine per giocare a sbattamuro: Muovere, senza muovere, con un piede, una mano, tocca veste…. Quando eravamo in tanti facevamo una partita a ddoi porte e se eravamo in pochi a una porta.

Aggiungi un commento