Vincenzo Pepe – “Nuje simmo fatte cu la stoffa de li suonne…” Un ricordo di Eduardo traduttore di Shakespeare

Inserito da: · gennaio 15, 2012

Nel numero di Natale di questa rivista segnalai la bella traduzione napoletana che Roberto d’Ajello qualche anno fa fece della novella di Charles Dickens A Christmas Carol. In questo numero vorrei rimanere in tema, ma per ricordare ai lettori un’altra singolare versione napoletana di opera di letteratura inglese: La tempesta di Shakespeare, ad opera di Eduardo De Filippo, e pubblicata da Einaudi nel 1984,…

Vincenzo Pepe – Nuje simmo fatte cu la stoffa de li suonne – Un ricordo di Eduardo traduttore di Shakespeare – vesuvioweb

 

…nella collana “Scrittori tradotti da scrittori”. Uno tra gli ultimi, se non l’ultimo, dei drammi di Shakespeare, The Tempest fu rappresentato la prima volta forse nel 1611 e pubblicato nel primo In folio del 1623. Sebbene formalmente una commedia, si iscrive nel gruppo dei drammi romanzeschi (The Winter’s Tale, Cymbeline, Pericles) che concludono la produzione drammatica di Shakespeare.

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vincenzo Pepe

Aggiungi un commento