A Muntagna nel 1631. Il mare seccato. Racconto di un testimone

Inserito da: · febbraio 1, 2012

Arbanno juorno
roppo tre ghiurnate ‘i triémmiti
sta negra storia accumminciaie.
Era nu marterì a ssirece ‘i dicembre,
frammente ca nt’a parula ‘i Calastico
iévo cuglienno vruócculi e tturzélle
pe fàrene menesta mmaritata.
cu nnoglia e ttracchiulelle
e vuccularo ‘i puorco…

Salvatore Argenziano – A Muntagna nel 1631 – Il mare seccato – Racconto di un testimone – vesuvioweb


… Antrasatta nu pennacchio
nfino addó se sperde a vista
niro cumme a sprufunno ‘i puzzo
‘a coppa â muntagna chiammata Somma,
àuto l’aggio visto ca se spanneva
ncurzèra cummiglianno u cielo
e u sole annascunnenno
ca notte già parea
e èva juorno.

Discussione2 Comments

  1. giuseppe roma ha detto:

    Fantastico!!! Sublime e poetico il vernacolo di quel tempo, mi piacerebbe poter leggerne di più….grazie e complimenti!!!!!!!!!!

    • Salvatore ha detto:

      Grazie a te, Giuseppe.
      Su questo sito ci sono già quattro racconti in dialetto torrese.
      Li trovi in Cultura, A lenga Turrese, Antologia di scritti in lenga turrese.
      A presto una quinta storia sul bombardamento di Torre di Pasqua 1943.

Aggiungi un commento