Sergio della Valle – Le monete delle due Sicilie

Inserito da: · febbraio 2, 2012

All’avvento di Carlo di Borbone al trono di Napoli, nel 1734, l’unità monetaria di base era il ducato, che si divideva in 10 carlini; il carlino era composto da 10 grani, ognuno dei quali valeva 12 cavalli. Il ducato esisteva anche come moneta d’oro, anche se non veniva più coniato dal 1649. Dal 1734 al 186- 0, anche durante il periodo francese, le zecche reali di Napoli e Palermo…

Sergio della Valle – Le monete delle due Sicilie – vesuvioweb

… coniarono un elevatissimo numero di monete, tanto in oro, quanto in argento e rame, fornendo ampia prova della valentia artistica degli incisori del Regno, e delle avanzate tecniche di battuta utilizzate; molte delle monete di questo periodo costituiscono infatti ancora oggi dei validi esempi di raffinatezza di disegno ed eleganza formale.

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Filatelia e numismatica

Aggiungi un commento