Discussione3 Comments

  1. giuseppe roma ha detto:

    ….io avevo cinque anni e mezzo nell’aprile del ’45….ricordo appena le sagome dei soldati tedeschi, uniformi blu, e bustine in testa che rastrellavano le strade con armi in pugno, in cerca degli italiani….mio padre era nascosto nell’armadio e il portone del palazzo era dall’altro lato, in via Roma, mentre i soldati si trovavano nel primo vico Abolitomonte…

    • Salvatore ha detto:

      Ciao, Giuseppe. Mi fa piacere sapere che ricordi chiaramente quelle giornate.
      Avevo dieci anni e conservo con affetto il ricordo di quei brutti giorni.
      Mio padre era militare a Taranto ma mio fratello che aveva appena quattordici anni, si nascondeva nell’armadio, come tuo padre.
      Noi ragazzi correvamo da sottufronte a u pontigavino per vedere l’esplosione dei ponti della ferrovia.
      Grazie per il tuo ricordo di allora.

  2. Vittorio Di Cristo ha detto:

    Mio fratello Ciro trovò riparo dalle suore di Santa Rita a Via Avezzana. Pensate che tempi monache (due) che nascondono un uomo nel convento.

Aggiungi un commento