Compianto di Masaniello – dal CD: Storie di Napoli – Marco Beasley – Guido Morini – Accordone

Inserito da: · novembre 16, 2012

Compianto di Masaniello – dal CD: Storie di Napoli – Marco Beasley – Guido Morini – Accordone

IL LAMENTO DI MARINETTA

Marammé sventurata,
Ch’è muorto Aniello mio!
Figli, amice, pariente,
Vulesse ‘o Cielo ca io pure muresse…
I’ t’ ‘o ddicevo “Aniello, fatte li fatte toie,
Impara da li pisce ad ammutare…”
Ah! speranze fernute! Ah, farfantaria!
Figli, pariente, amice,
Lassateme murì, songo ‘nfelice
Aniello mio è muorto e murì voglio pur’io!
I’ t’ ‘o ddicevo “Aniello, resta in pescaria:
Se sape ca ‘o pesce more fora d’ ‘a casa soia…”
Aniello, Aniello, Aniello, marito mio, Aniello…
Quanto dulore m’hai saputo dare
Co chillu core che m’ha saputo amare!
I’ t’ ‘o dicevo” Aniello, nun te curà d’ ‘a ggente,
Che appena pò se vota comme bannera a ‘o viento,
E tu rimmane sulo co tutto sto trummiento…”
Pariente, amice, figli, ‘na sola cosa voglio,
Ca chi me vole bbene e ssente chisti ppene,
Me strappa ‘o core a pietto e ‘o sanghe a rint’ ‘e vvene!

Sì pianse Marinetta il morto Aniello,
e ben fu del suo pianto il caso degno.
Se ‘l portò via la barca di Caronte
mentr’ei pescava un regno.
Ma si consoli pur s’ei morì alfin da re:
Che se falsa non è
la fama che risuona,
hebbe mille rosarij
che vaglion ben più d’una corona.

Discussione1 Comment

  1. maria ha detto:

    Sì pianse Marinetta il morto Aniello,
    e ben fu del suo pianto il caso degno.
    Se ‘l portò via la barca di Caronte
    mentr’ei pescava un regno.
    Ma si consoli pur s’ei morì alfin da re:
    Che se falsa non è
    la fama che risuona,
    hebbe mille rosarij
    che vaglion ben più d’una corona………..
    ****Hebbe mille rosarj che valgon piú di una corona!!!****
    ______Frase che racchiude líntero regno…mmmnnn…..Masaniello,forze morí pescando il regno dei mille rosarij….come il lamento di una preghiera,che dal cuore sale…si prolunga nello spazio tempo,ove il tempo beatitudine pare…..

    _____Lode a te Masaniello!!lode a coloro che dal”semplice”diventano **I RE**

    grazie Marco Beasley
    grazie a la edt……

    cordiale saluto
    Maria

Aggiungi un commento