Discussione4 Comments

  1. an tonio di cristo ha detto:

    Bellissimo, verissimo, vissuto , in tutti i particolari dalla nostra famiglia di otto figli che era abbastanza agiata.
    Avemmo anche la rogna (sabbia)

  2. Silvio Falato ha detto:

    Complimenti, Salvatore. La lingua dei poveri sulla tua penna diventa lingua letteraria e vera poesia.

  3. maria ha detto:

    come dice Silvio la tua lingua letteraria diventa poesia……..
    sai caro Salvatore dalle volta preferisco il silencio…….no vi’e maniera di “dire” ha tanto dolore all’epoca ,l’ha definito tutto Magnificamente TÚ. io tacchio,che perli solo il silenzio….
    L’evocasione gli serva come carezza a coloro che ebbero tanta crudele sofferenza vi furono in tanti…………

    Maria

  4. Astuto Rosa ha detto:

    Da brividi, non ci sono parole, ho le lacrime agli occhi e ripenso ai miei genitori. Quante devono averne passate x portare avanti una famiglia con 5 figli, e quanti sacrifici, quanti!!!!!!!

Aggiungi un commento