Discussione6 Comments

  1. Silvio Falato ha detto:

    Sono poemi che si dovrebbero fare studiare a scuola per la ricchezza dei contenuti e soprattutto per l’incisività dell’espressione. E’ un vero peccato che intere generazioni, compresa la nostra, le si tengano lontane da fonti poetiche così genuine.

    • admin ha detto:

      Grazie Silvio per la condivisione di questi essenziali documenti della letteratura. Non ci resta che sperare nell’amore spontaneo per i grandi poeti del passato.

  2. maria ha detto:

    Uh comme si’ schefuso, schifiltoso
    uh comme si’ vezzuoco! sei bizzoco
    Iammo, si non gaudimmo
    mo che simmo guagnune,
    che vuoi gaudere co la varva ianca,
    quanno ogne cosa co lo tiempo manca

    ……Gianna mia carissima:quanta veritá -Uh come sei schifoso/uh come sei bizzoco/andiamo se non godiamo/ora che ragazzi siamo//che vuio godere con la barba bianca?/quando ogni cosa con il tempo mancha?……..
    ———Filosofia veramente puraaaa………..

    ——–Eccelente ……quanta saggezza !da leggere giorno per giorno como un vengelo.
    Salvatore *Gianna—-grazie mille …

  3. Anna Maria Panzera ha detto:

    Qualcuno lo fa… dico, insegnare Basile a scuola. Pur non essendo né di Napoli, né a Napoli.

  4. gaetano ha detto:

    almeno nel Meridione Il Basile a scuola, dovrebbe essere obbligatorio, secondo me. Ma tant’è!…tempo fa a proposito della “Egroca Terza” proposi uno spettacolo/rivisitazione che chiamammo “Pascadozia e Colospizia”…fu un successo!

Aggiungi un commento