3 A menàida, u vángo, di Salvatore Argenziano

Inserito da: · febbraio 1, 2013

A  menàida,  u  vángo,

di

Salvatore Argenziano

03 – U vángo di Salvatore Argenziano – vesuvioweb 2013

 

… Per prima cosa si procede alla suddivisione degli spazi della coperta per la collocazione dei vánghi3. Tre sono quelli centrali e il primo è posto a poppavia del centro barca di circa 70 centimetri. La struttura della coperta di prora è costituita dalla pólema ’i prora, cioè il primo vango della coperta, e da alcuni vangutiélli. Analogamente a poppa, a pólema ’i poppa e i vangutiélli….

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, La marineria di Torre del Greco

Discussione2 Comments

  1. maria ha detto:

    Gentilissimo Ttooore: a menaida ,u vángo….li busseree….e riime…**il legno preso dal’albero nella notte di luna calante….la artistiche mani del falegname…l’amore per fare dal legno l’opera d’arte che gettata al mare ***serve per andarci sopra alla raccolta dei tesori di pesci di ogni misura che lazzurro mare nella sua profondita semina per la poi ***ra–ccolta***nella rete del gagliardo marinaro che né sa molto di dove “calare”stare attento al “cardume”cha fra l’onda che va é l’onda che viene…balla…balla al suono dell’acqua di mare…sommmbene!!—l’attimo per tirare la rete….mentre che le bocche aperte restano…sfinito i pesci ——Il rito d’afare all’alba di ogni mattino***
    —Grazie cordiale saluto
    Maria

    • admin ha detto:

      Carissima Maria, io penso che nelle tue vene scorre ancora bollente l’acqua salata del tuo mare.
      Grazie per il gradito commento.

Aggiungi un commento