Vesuvius Ensemble

Inserito da: · marzo 8, 2013

Vesuvius Ensemble

Dedicato al repertorio di musica tradizionale di Napoli
e del sud d’Italia

Francesco Pellegrino

__________

Vesuvius Ensemble – vesuvioweb 2013

Vesuvius Ensemble – Lu Guarracino, Madonna de le Grazie

 

 

Vesuvius Ensemble – Tarantella del Gargano

Vesuvius Ensemble – Villanella ch’all’acqua vaje

Vesuvius Ensemble – Si li ffemmene purtassero la spada

Vesuvius Ensemble – La morte de mariteto

Vesuvius Ensemble – Canto a distesa alla Madonna delle Galline

Vesuvius Ensemble – Vulumbrella

Vesuvius Ensemble – Invocazione alla Madonna di Montevergine

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vesuvius Ensamble

Discussione4 Comments

  1. maria ha detto:

    Cicerenella mia, si’ bona e bella!
    Cicerenella tenéa nu ciardino
    e ll’adacquava cu ll’acqua e lu vino…
    Ma ll’adacquava po’ senza langella…
    Chist’è ‘o ciardino de Cicerenella…
    Cicerenella teneva na gatta
    ch’era cecata e purzí scontraffatta…
    La strascenava cu meza codella…
    Chest’è la gatta de Cicerenella…
    Cicerenella teneva nu gallo
    e tutta la notte nce jéva a cavallo…
    Essa nce jéva po’ senza la sella…
    E chisto è lo gallo de Cicerenella…
    Cicerenella teneva nu ciuccio
    e ll’avéa fatto nu bellu cappuccio…
    Ma nu teneva né ossa e né pelle…
    Chisto è lu ciuccio de Cicerenella…
    Cicerenella tenéa na gallina
    che facéa ll’uovo de sera e matina…
    Ll’avéa ‘mparata a magná farenella…
    Chest’è ‘a gallina de Cicerenella…
    Cicerenella tenéa na pennata,
    e, tutta la notte, steva allummata…
    E ll’allummava co la lucernella…
    Chesta è ‘a pennata de Cicerenella…
    Cicerenella teneva na vótte:
    mettea da coppa e asceva da sotto…
    E nun ce steva tompagno e cannella…
    Chesta è la vótte de Cicerenella…
    Cicerenella tenéa na remessa
    e nce metteva cavallo e calesse…
    E nce metteva la soja tommonella…
    Chesta è ‘a remessa de Cicerenella…
    Cicerenella tenéa na tièlla,
    frijeva ll’ove cu la mozzarella…
    e le ffrijeva cu la sarcenella…
    Chesta è ‘a tièlla de Cicerenella…
    Cicerenella mia, si’ bona e bella…………..

    Testo di Ccirenella!!!

    cordiale saluto

  2. Casale Luigi ha detto:

    “Coltivare la terra è cultura, anzi è un rito. E’ magia.”

    Ma proprio questo significa il verbo latino “colo/cultum/colere” (da cui derivano le parole “inquilino” [incola], “coltivare”, “coltura” o “cultura”, e “culto”).
    Abitare, coltivare, radicare una tradizione sul territorio (cultura), praticare un rituale religioso (culto).
    Nella storia delle parole è custodita l’essenza dei significati. Che, quando si sono perduti, devono essere riscoperti e recuperati.

    Luigi

  3. Francesco ha detto:

    Un saluto a tutti voi da parte mia e del Vesuvius Ensemble.

Aggiungi un commento