Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Il dizionario di gastronomia a Torre del Greco A – Z

Inserito da: · giugno 29, 2013

Più che di dizionario si tratta di guida al cibo, alla sua preparazione ed a ciò che era ed è. Gianna de Filippis in fondo è la vera cuoca. Tutto il giorno spignatta , mescola, cola e farcisce. Salvatore serve ai tavoli e con la sigaretta di traverso tra le labbra, cerca di consigliare ai clienti il piatto del giorno. Il loro è un ristorante particolare,…. ogni giorno cambia menù, ogni giorno si arricchisce di nuove pietanze. Due vesuviani doc che passano il tempo tra tavoli e pentole a parlare della terra del vulcano.

1 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – A – vesuvioweb

2 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – B – vesuvioweb

3 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – C – vesuvioweb

4 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – D, E, F – vesuvioweb

5 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – G – vesuvioweb

6 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – I, J – vesuvioweb

7 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – L – vesuvioweb

8 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – M – vesuvioweb

9 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – N – vesuvioweb

10 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – O – vesuvioweb

11 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – P – vesuvioweb

12 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – Q – vesuvioweb

13 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – R – vesuvioweb

14 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – S – vesuvioweb

15 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – T – vesuvioweb

16 Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano – Gastronomia alle falde del Vesuvio – U, V, Z – vesuvioweb

Scrive Gianna e Salvatore: “A abbagnä(re): Bagnare. Nfonnere, nzuppa’, spugna’. Il pane che restava del giorno o di giorni prima, u ppane tuosto, u ppane sereticcio, si mangiava abbagnato, spugnato in acqua. abbampä(re): Avvampare, ardere, fiammeggiare. abb(e)rm(i)cä(re): Inverminire, bacarsi. etim. Dal latino “vermis”, verme, con la……”

Discussione13 Comments

  1. maria ha detto:

    Carissimi Salvatore e Gianna:

    Dieci e lode!!!!siete dei brillanti da casa nosta….mi avete portato nel volare del tempo,deltempo passato che ,come il conag matura nell’egno generoso profumato ,chiuso”nnserratte “rind’ó core”de tiemmpe belle.
    No che questi non lo fossero,ma sono altri tempi….voi due ci parlate con le voci ,del tempo della nostra infanzia,della nostra ingenua ,ma tanto bella infanzia,povera di “lusso”materiale ma “riccha,tanto riccha di “amore filiale,carezze scherzi,giocchi innocenti,davanti a un mare d’incanto,l’andare e venire delle onde ,baciavano i piedi ,che poi andrebbero sopra na barchetelle a rimme……pescando quelpó di felicitá,che ci faceva sentire come se fossimo rei ré,ove non cera malizia ,ove si compartiva,la gioia ed il dolore.il dolce e lamaro.
    Poi la vita ci portó per altri mari ,per altre terre ,le cui amiamo tanto ,ove atterrate stano le ceneri ,sangue del nostro sangue,che dovettero partire ,parlando la lingua straniera ,malinconicamente il cuore diceva…patria mia ,patria mia ,parto per sempre non vi sarranno puí navi a ri–portarci,terra mia cara,pezzu´le é suonne,almeno nu manduline….almeno na castagnelle,prima di chiudere per sempre gli occhi emigranti……
    Amici Gianna Salvatore grazie
    cordiale abbraccio da Maria dall’argentina

  2. Salvatore ha detto:

    Cara Maria, “dal cuore e dagli occhi di migrante!”.
    Le tue lettere sempre così piene di poesia e di nostalgia ci fanno sentire tanta amichevole tenerezza e affetto per te.
    Siamo felici di farti compagnia, di tanto in tanto, con i nostri ricordi.
    Un abbraccio carissimo da
    Gianna e Salvatore.v

  3. Silvio Falato ha detto:

    E’ un lavoro splendido il vostro. Congratulazioni!

  4. maria ha detto:

    *****Salvatore ….Gianna********

    …………oh bisogno del silenzio
    ………..silenzio ché al cuore parla
    ……….stiamo in rete ………radunamoci nel mare del silenzio…..
    ………..il soffio lo portera ovunque voi siate….

    l’immagine annebbia…le pupille…….in una tremula gocchia che per il viso corre…
    strarippa di grazie,grazie per il vostro meticoloso laboro.
    ……il silenzio al cuore parla…..ssss….

  5. Angelo Siciliano ha detto:

    Salvato’, complimenti a te e alla coautrice Gianna De Filippis: un dizionario gastronomico vario e bellissimo. Mi viene da chiedervi: “Ma ‘ndó jate pi ccapu?”.
    Ma so, che questo lavoro è l’esito di una ricerca appassionata e competente, e m’immagino anche frutto della cultura personale nella gastronomia vesuviana e napoletana. Un giorno verrò a spiarvi, – che il Vesuvio stia tranquillo! -, attraverso la vetrina del vostro posto di ristoro, e poiché le pietanze saranno allettanti diventerò commensale. E non baderò al prezzo!

    • admin ha detto:

      Caro Angelo, li conosco bene i due. Una vita intera assieme. Condividono tutte le cose belle della vita e così per caso o più spesso volontariamente si incontrano a tavola dove discutono di gusti, sapori, condendo il tutto con i ricordi. Sono due persone speciali. Sarà di parte il mio commento ma mi scriva qualcuno che può pensarla diversamente.
      Aniello

  6. Mario D'Agostino ha detto:

    I miei più vivi complimenti per il vostro dizionario di gastronomia torrese che io ritengo veramente esaustivo.

  7. Francesco ha detto:

    Ma esiste una versione cartacea del dizionario? Grazie

  8. carlo ha detto:

    Ho la registrazione del canto popolare “Vurria addiventare pescer’oro” eseguita per me da un ultraottantenne di Marano di Napoli che da ragazzo la cantava passando davanti alle masserie della zona, per fare affacciare . Possiamo confrontare le versioni canore? Il testo pubblicato nel Vs.eEtnomusica l’ho gia. Il vecchio carrettiere la definisce . Cordiali saluti

  9. carlocarlo ha detto:

    mi scuso per i refusi. Mi rivolgevo ai Sig.ri. Argenziano e De Filippis

  10. Bravissimi e precisissimi: grazie 1000!

    Possibile acquistare il cartaceo, se pubblicato?

    Con molta stima,

    Miro Sorrentino

    • salvatore ha detto:

      Grazie, Miro.
      Purtroppo non esiste una edizione cartacea e non credo che ci sarà mai.
      Ora sto curando un’edizione completa per la stampa, formato A4, senza foto e colori che pubblicheremo su vesuvioweb. Sarà un mio piacere inviarti il file, quando sarà completato.
      Grazie ancora e saluti cordiali.
      Salvatore.

Rispondi a Miro (Casimiro) Sorrentino

Cancella risposta