Discussione3 Comments

  1. Silvio Falato ha detto:

    Complimenti e grazie.

  2. maria ha detto:

    Sempre nel cassetto vi resta il l’ombra del pastore ,del bambino che borrebbe…chisa cosa?…..se non “la tenera infenzia!
    grazie

  3. Angelo Siciliano ha detto:

    Una vecchia cassa, con tutto l’armamentario per il presepe, ben riposto alla fine delle festività natalizie dell’anno precedente, anche se risente almeno in una parte di alcuni suoi elementi delle ingiurie del tempo, conserva sempre la sua magia. Alla riapertura non tradisce l’attesa. E, dato che è passato un anno, fa rivedere sotto una luce diversa i personaggi che popoleranno le scene presepiali, sa infondere quello spirito di serenità che dispone bene verso se stessi, al punto da sperare di poter magicamente ascendere in cielo coi pastori.

Aggiungi un commento