1 – Enzo Pepe e Salvatore Argenziano – Arbanno juórno – Dal Pentamerone ovvero Lo cunto de li cunte di Giambattista Basile – vesuvioweb 2015

Inserito da: · ottobre 30, 2015

Arbanno juórno – Dal Pentamerone ovvero Lo cunto de li cunte di Giambattista Basile

Di

Enzo Pepe e Salvatore Argenziano

 …  Perzò scetato che fu la matina – quanno esce l’Aurora a iettare l’aurinale de lo vecchio suio tutto arenella rossa a la fenestra d’Oriente – scergate l’uocchie co la mano, stennechiatose pe mez’ora e fatto na sessantina d’alizze e vernacchie ’n forma de dialogo, chiammaie lo tavernaro dicenno: «Vieni ccà, cammarata, cunte spisse e amicizia longa, amici siammo e le burze commattano; famme lo cunto e pagate». (Prima I.)
Quando le abitazioni non erano dotate di servizi igienici, i bisogni della notte venivano fatti nei càntari, orinali. Al mattino bisognava provvedere allo svuotamento dei càntari e, chi poteva, incaricava la servitù. Da qui il termine jettacantari  …

icona arbanno 2

1 – Enzo Pepe e Salvatore Argenziano – Arbanno juórno – Dal Pentamerone ovvero Lo cunto de li cunte di Giambattista Basile – vesuvioweb 2015

Questo articolo si trova in: ----- Giambattista Basile, 00 In Rilievo

Discussione1 Comment

  1. Marie ha detto:

    Il compito di dare la sveglia al mattino è anche dei galli. E qui non è il canto
    degli uccelli ad annunciare l’alba ma la insistente voce del gallo…………………credo che tutto e un canto metaforico………………bellissimo soave,tremulo,”overo lo cunte de li cunte……………l’incanto del’eterno …………..grazie Enzo r Salvatore

Aggiungi un commento