07 – I ccose piccerelle

Inserito da: · gennaio 22, 2016

Da Stròppole linguistiche – I ccose piccerelle r’a lenga turrese

Di Salvatore Argenziano

Scazzarógno detto pure scazzazélla è una che va sfrugulianno punti delicati come le croste della rogna. Scazzarógnolo è una variante di scazzarógno, senza riferimento, secondo me, alle rògnole, plurale di ruógnolo. Trattandosi di bitorzoli, rigonfiamenti prodotti da percosse, risulterebbe difficile staccarle.

icona cose piccerelle 7a

07 – I ccose piccerelle – Di Salvatore Argenziano – vesuvioweb 2016. pdf

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Stròppole linguistiche

Discussione6 Comments

  1. mari ha detto:

    Per “fatta”, sostantivo femminile, riporta anche l’accezione “per quantità di
    roba, per lo più pane e pasta, fatta in una sola volta”.
    Evidentemente nel nostro dialetto abbiamo un’estensione della parola e “na
    fatta r’alice” sta per una buona quantità di vasetti di alici sotto sale, fatte in una sola
    occasione. Analogamente “na fatta ’i bbutteglie” sta per una certa quantità di
    bottiglie di pomodoro. Quindi “a fatta” è il prodotto di una singola operazione. …………….quindi molto interessante caro SALVATORE

  2. mari ha detto:

    .Sembra: ccose piccerelle ……..che poi :sono grandi

    ———–Fata dei sogni?colei che sognare ti faa
    ………….(diff)con una(t)…..con due(tt).

    ………..puo essere cosi,Salvatore caro?

    • salvatore ha detto:

      Cara Maria, credo che la tua fata dei sogni sia una poetica creatura quando ci regala sogni belli. A fatta, invece è più prosaica cumme si io ricesse: na fatta ‘i sasicchi, per dire abbiamo fatto una bella provvista di salsicce.
      Un abbraccio carissimo.
      Salvatore.

  3. Falato Silvio ha detto:

    A proposito di “fatta”‘ è esso un termine ancora molto diffuso da noi, nel Sannio, nell’espressione “fatta de pane” per “quantità di pane fatto in una sola volta”. Grazie, Salvatore, per questi gioielli che ci regali.

    • salvatore ha detto:

      Caro Silvio, è sempre un piacere leggerti in tutto quello che scrive. Il piacere diventa più grande quando ci comunichi la fratellanza di questi termini tra il tuo dialetto ed il nostro. Ovviamente modi di dire che solo le isole linguistiche come le nostre hanno conservato.
      Un saluto cordiale.
      Salvatore.

  4. mari ha detto:

    ———–Salvatore grazie———-Silvio anche aLei la ringrazio..sereno stare amici

Aggiungi un commento