Discussione5 Comments

  1. Falato Silvio ha detto:

    Mai altra lingua, se non questa originaria, riuscirebbe ad esprimere alla stessa maniera sensazioni, pensieri e concetti. Grazie, Salvatore, per il tuo amore per le cose nostre.

  2. mari ha detto:

    Nel gruppo di figure letterarie del Sud Italia fin dal Medioevo che si sono espressi in loro, la lingua nativa del sud, uno dei più importanti è Giambattista Basile (1575-1632), l’autore de Il Pentamerone o Li Cunto de li Cunti (The Tale of Tales), conosciuto in inglese come, semplicemente, il Pentamerone. E ‘la prima raccolta pubblicata di fiabe europee. Si tratta di una montatura storia come racconti di Canterbury di Chaucer e Decamerone di Boccaccio; vale a dire, la narrazione di storie è presentata nell’ambito di un gruppo di persone che passano il tempo che condividono storie. Pentamerone di Basile racconta cinquanta racconti oltre cinque notti, tutti in napoletana. Il più famoso dei racconti è Zezolla, noto anche come “La Gatta Cenerentola”, a quanto pare la prima versione pubblicata della famosa fiaba, meglio noto ai lettori di lingua inglese in una traduzione della versione francese più tardi da Perault.

    Basile è nato a Napoli e ha vissuto e scritto lì. Ha anche viaggiato da e scritto a Venezia e Mantova, ma sempre tornò a Napoli, dove è stato il poeta di corte per le varie famiglie della nobiltà, tra cui quello di Stigliano Carafa. Con 1620 è stato tra gli scrittori napoletani più rispettati, noto sia per i madrigali e odi in lingua italiana così come la poesia in napoletano……………………
    …con il tuo permesso Salvatore oh voluto aggiungere il sopre scritto
    ……..Metafore del tempo eccezzionale eddito!grazie

  3. mari ha detto:

    ………….Alleramente paisaaa

Aggiungi un commento