Cavalli, carretti e carrettieri

Inserito da: · maggio 1, 2016

I napoletani, a parer mio, meglio dei toscani appellano talune arti, imperciocchè quelli nel vocabolo esprimono il mestiero e lo strumento, mentre questi la sola materia. Dove in Firenze dicesi Manescalco, Magnano,    Legnajuolo, in Napoli diecsi Ferra cavalli, Mastro ferraio, Mastro d’Ascia, lo che è più chiaro.

Da: Napoli in miniatura, ovvero, il popolo di Napoli ed i suoi costumi. Di Mariano Lombardi. Napoli 1847

icona carretti1

Vesuvio – Cavalli, carretti e carrettieri – vesuvioweb 2016.pub

 

Discussione1 Comment

  1. mari ha detto:

    …………Carretti e Carretieri: mestiere e strumento di un tempo che f’u……quando nel vecchio mercato caricate i Carretti di “merce”..non era facile andarci sopra nelle fredde notti sorrentine….il grande freddo il vento sulla faccia di colui che la portava ed l’affanno del povero caballo…che veniva inzidiato dalla fusta…..ia…iaa…iammme facimme ammmbresse…..kurreee ueee…..

    ……..Storie di un tempo che voi tramite le colorate di un ingiallito tempo….che ai nostri tempi non vi sono paragoni……Pero anche ,nel momento calmo del Carrettire….di guardava la campagna oppre il mare sentendosi la brezza fresca profumata del mistero del paesaggio elle zampe del cavallo…..a dolce passo…

Aggiungi un commento