O Marenariello

Inserito da: · settembre 10, 2016

Tito Schipa e l’Orchestra de La Scala, Milano diretta nel 1939 da Dino Olivieri
Pescatore di Capri. Tempera di Lorenz Frlich dal Metropolitan Museum of Art

Pescatore di Capri. Tempera di Lorenz Frlich dal Metropolitan Museum of Art

Tito Schipa, nome d’arte di Raffaele Attilio Amedeo Schipa (Lecce, 27 dicembre 1888 – New York, 16 dicembre 1965), è stato un tenore e attore italiano. È considerato il più grande dei “tenori di grazia” della storia dell’opera.

Salvatore Gambardella (Napoli, 17 novembre 1871 – Napoli, 29 dicembre 1913) è stato un musicista e paroliere italiano, considerato uno dei padri della canzone napoletana.

Gennaro Ottaviano (Napoli, 25 luglio 1874 – Napoli, 25 agosto 1936) è stato un poeta e paroliere italiano.

O marenariello è una famosa canzone napoletana del 1893 musicata da Salvatore Gambardella su testi di Gennaro Ottaviano. La prima versione, con testo di Diodato Del Gaizo, si intitolava ‘O mare e ba, ed ebbe riscontri assai modesti. Si racconta che nel 1893, presso quella bottega di piazza del Mercato, Gambardella incontrò il poeta Gennaro Ottaviano (1874-1936) entrato per chiedere al De Chiara una musica adatta ai versi che aveva scritto. Pare che Gambardella avesse composto su due piedi una melodia ad un tempo gioiosa e malinconica di ispirazione belliniana: ‘O marenariello. La canzone venne presentata al maestro Raimondo Rossi, direttore dell’Orchestra del Teatro Nuovo Politeama e cantata quella sera stessa da Emilia Persico. L’editore musicale Bideri acquistò la canzone per poche lire. Da lì a poco la canzone girò tutto il mondo, riscuotendo un notevole successo. (Fonte wiki)

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, La canzone napoletana

Discussione3 Comments

  1. Jana Haasová scrive:

    Grazie per questa meravigliosa canzone. La conosco dall’infanzia e io le viene in mente.

    Salute Jana

  2. mari scrive:

    ….meravillosa melodia…………oi neee fa prieste vieenee nun me ffa spanteccaaa

    cca puuuree a rezza vanee stonghe suuule aahh tirrraaaa…aaa

    …………..melodia di casa nostra grazie paisaaaa

  3. mari scrive:

    Figlio di portinaio, nacque a Napoli il 17 Novembre 1871, il Gambardella fin da giovame fu iniziato al lavoro come garzone. Il destino volle che ando’ a lavorare nella ferramenta di tal Vincenzo Di Chiara, noto autore di canzoni. Dotato di grande orecchio musicale ma privo di preparazione, fu subito notato dall’editore Ferdinando Bideri che ascolto’ “‘O marenariello” e fece trasportarne le note sul pentagramma. Il successo fu immediato ed enorme. Inizia un periodo fertile per il giovane compositore: “‘A canzone d”e ‘nnammurate”, “Madama chicherchia”. Ebbe anche elogi dal Maestro Giacomo Puccini che quasi non credette che “Furturella” fosse stata musicata da un non studioso di musica. La “Ricordi” lo porto’ allo studio della musica e compose “Quanno tramonta ‘o sole” e “Niny tirabuscio'”. Morì il 29 dicembre 1913……………………..Grazie

Aggiungi un commento