Fatto di Sangue

Inserito da: · ottobre 28, 2016

Di

Francesco Raimondo

I tre militari erano su di giri e come facevano altre volte incominciarono a spogliarsi in un angolo della stanza togliendosi due o tre camicie e pantaloni ciascuno lasciandosi solo con l’ultimo indumento di ordinanza. Offrivano indumenti nuovi trafugati dalle loro cambuse in cambio di bottiglie di whisky o di liquori o di grappe che Mariannina “trattava”. Nannina forse per dare un aiuto in questa specie di spogliarello ridendo prendeva gli indumenti per metterli via e fu proprio con il più scuro di faccia che avvenne l’equivoco. Costui chissà cosa mai dovette capire per il
fatto che la giovane lo aiutava a tirare via uno dei pantaloni e approfittò per allungare la mano verso il suo petto che appena da poco stava prendendo forma. La giovane sorpresa dal gesto lo allontanò con vigore smorzando il suo ridere che diventò una imprecazione tutta partenopea: “Vattènne rattùso……” ma per il militare questo non fu abbastanza che tornava all’attacco afferrando alla vita la giovane che cercava di
divincolarsi gli altri due suoi amici lo guardavano divertiti e lo lasciavano fare mentre Rafele li guardava sbigottito e impotente ad agire seduto sulla sedia. “facìtelo fernì, facìtelo fernì” gridò con quanto fiato aveva in corpo cercando negli altri due giovani stranieri un aiuto che non trovava.

icona fatti di sangue

Francesco Raimondo – Fatto di Sangue – vesuvioweb 2016

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Storia e cultura

Discussione2 Comments

  1. fff ha detto:

    Caro Ciccio, in genere mi limito a fare pochi commenti in forum pubblici come questo, ma quando ce vò, ce vò: a mmè il tuo lavoro è proprio piaciuto. Complimenti.

  2. mari ha detto:

    …………Complimenti cordiali saluti.

Aggiungi un commento