Discussione6 Comments

  1. Falato Silvio ha detto:

    Grazie per la segnalazione e complimenti per l’ottimo lavoro svolto.

  2. Jana Haasová ha detto:

    Grazie per l’articolo molto interessante e una bella foto d’epoca della barca.

    Salute Jana

  3. mari ha detto:

    ………………..salirci sopra …….la vela al massimo ……..quasi toccare il celeste cielo dell’alba mediterranea………..che il soave vento portandoci ….ricorrere il lungo percorso non penzato..no,no,trovare la riva ove sognare che i tempo non fosse passato …che il tramonto verra nelle nouve generazioni di sognatori ed visionari di un mondo migliore……sensa tecnologia ……guirare col penziero con la sola bussola……….con i remi …con il vento che mai svaglia camino.

    graie Nello bellissimo laboro il tuo

  4. guy ha detto:

    Grazie per questo bello articolo.

    Sono francese e mio bisnono era pescatore di corallo. è partiti da Ischia negli anni 1860 per La Calle in Algeria per continuare a pescare il corallo.
    Vorrei sapere chi ha scritto del capitolo “Parigi 1864” che parla di La Calle.
    E anche se è possibile vedere una vera antica barcha di corallo (una corallina) perchè devo andare a Napoli e Ischia nel aprile 2017.

    Cordialmente

Aggiungi un commento