I tre cannoni

Inserito da: · dicembre 31, 2016

Di

Francesco Raimondo

Avevano nascosto la “refurtiva” in un buco di ànneto che numerosi erano  presenti sulle pareti delle costruzioni che affacciavano sul Mercato e che offrivano anche ricovero e nidi ai piccioni della zona. Sicuri di non essere stati visti avrebbero
poi ripreso l’oggetto il giorno dopo. Non andò come avevano programmato. E nel mentre come al solito scorrazzavano tra le tre bocche da fuoco ostentando indifferenza con la stessa indifferenza un Franz o un Hermann andò a chiudere il grosso cancello dell’ingresso un altro aveva in mano un binocolo simile a quello sparito ed altri afferrarono per le braccia e per il collo alcuni di loro e mostrando l’oggetto facevano intendere di voler saper che fine aveva fatto un altro simile che si era il giorno prima come liquefatto.

icona-3-cannonia

icona-download

francesco-raimondo-i-tre-cannoni-vesuvioweb-2017

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Francesco Raimondo

Discussione1 Comment

  1. mari ha detto:

    Non erano disposti i giovani a spifferare ed i
    soldati allora passarono alle maniere forti aprendo le casse delle munizioni e
    minacciando di rinchiudervi qualcuno di loro. La cosa si stava facendo difficile e
    veramente pericolosa per i piccoli “mariuoli”. Fu così che qualcuno di loro con gli
    occhi comunicò agli incazzati cameraten il luogo dove trovare il mal tolto………..

    .complimenti amico c aro…anche allo staff ..Edizione molto curata con immagini vere situazzioni di congelato tempo

Aggiungi un commento