Cartografia: Neapolis 1710

Inserito da: · dicembre 23, 2017

Napoli 1710

Europae ornamentum et firmamentum ducentis aerescripturis exhibitum

Di

Gabriel Bodenehr (1664-1758)

Un documento molto importante, ci viene proposto dalla lettura di Europae ornamentum et firmamentum ducentis aerescripturis exhibitum. Il testo raccoglie moltissime immagini delle “capitali” europee della cultura, della strategia militare, della politica. Un testo di grande spessore, quasi un atlante geografico.

L’immagine selezionata si riferisce alla città di Napoli. Come suggeriva la moda e lo spirito didattico-descrittivo dell’epoca, la città di Napoli ci viene proposta in un assetto tridimensionale, a volo d’uccello. Lo “scatto fotografico” va dalla rampa orientale del Ponte della Maddalena e termina ad occidente con la vista della Collina di Posillipo ed oltre con la solfatara.

Nei dettagli grafici, i pregi del documento. Lungo la Riviera di Chiaia il Monastero di san Leonardo d’Orio (http://www.vesuvioweb.com/it/2013/10/aniello-langella-la-chiesa-e-il-monastero-di-san-leonardo-dorio/).  Il grande Palazzo Reale che sovrasta l’area dell’Arsenale e della Darsena ci viene ben rappresentato con numerosi dettagli. Non manca il riferimento al Gigante di Palazzo (http://www.vesuvioweb.com/it/2014/05/il-gigante-del-palazzo/). L’area dell’Arsenale e della Darsena sono descritti molto bene e con dettaglia non riscontrati in coevi documenti (http://www.vesuvioweb.com/it/2016/02/1-la-darsena-del-porto-di-napoli/). Analizzando altri dettagli dell’opera, abbiamo nella parte centrale, molti spunti di studio  in merito all’area del Mandrachio (http://www.vesuvioweb.com/it/2012/09/aniello-langella-il-porto-del-mandracchio-napoli/), del Largo del Carmine, del Ponte della Maddalena, della zona di Capuana e San Giovanni a Carbonara.

http://bdh-rd.bne.es/viewer.vm?id=0000001406

L’immagine è stata tratta da un corposo volume edito on line su

 

BIBLIOTECA DIGITAL HISPÁNICA

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Cartografia antica napoletana

Aggiungi un commento