Napoli in una panoramica del 1599

Inserito da: · febbraio 25, 2018

A cura di

Aniello Langella

Il testo da cui è tratta la bellissima “panoramica della città di Napoli” data alle stampe nel 1599, appartiene ad una formidabile raccolta di immagini che si ritrovano raccolte nel testo dal titolo “Raccolta di piu illustri e famose città di tutto il mondo” curato da Theodor Seifert.

Opera sicuramente ispirata a grandi e corposi lavori cartografici coevi e di epoca precedente. L’originalità del testo tuttavia la si ritrova in quell’intento, tipico dell’epoca di voler fornire al lettore una sorta di “atlante iconografico romantico” che abbia la capacità di affascinare attraverso l’immagine priva di testo.

La principale fonte di ispirazione è stato il voluminoso testo dato alle stampe a Colonia intorno al 1572, da Braun e Hogenberg’s e dal titolo “Civitates orbis terrarum”. Nel testo da cui è tratta la “panoramica” di Napoli, ritroviamo tuttavia altre incisioni le cui fonti sicure sono il “De ‘disegni delle più illustri città e forti del mondo”, a firma di Giulio Ballino (Venezia, 1569). Altro testo fonte di ispirazione è “La cosmographie universelle de tout le monde” opera attribuita a Francois de Belle-Foresta. Non mancano incisioni che risultano quasi copia dal “Theatrum urbium italicarum ” di Petrus Bertellius (Venezia, 1599) e dal “Cosmographiae universalis libri V” di Sebastiano Muñnster (Basel, 1572).
Alcune tavole riportano la firma di di Francesco Valesio, ma cinque sono di Martin Rota e riguardano le città di Algeri, Costantinopoli, Lepanto, Rodi, Venezia).

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Cartografia antica napoletana

Aggiungi un commento