“Rǝ Pàkkǝrǝ” – “I Quattro Cantoni” – “Papà Ggǝlòrmǝ”

Inserito da: · febbraio 8, 2019

“Rǝ Pàkkǝrǝ. I Quattro Cantoni. Papà Ggǝlòrmǝ”

Il gioco dello Schiaffo, Quattro cantoni, Papà gelorme

Di

Silvio Falato

Un altro gioco, frequente nel mese di Febbraio, perché facilmente praticabile al chiuso, era quello dello ”schiaffo”, in dialetto “rǝ pàkkǝrǝ”. Nel gruppetto, che di solito era costituito di sette o otto elementi, mediante il famoso “tocco”, si sceglieva chi doveva andare sotto. Lo sfortunato si piazzava al centro del gruppo, infilava la mano destra sotto l’ascella sinistra, esponendo
chiaramente il palmo, e con la mano sinistra, messa di lato sul viso reclinato a destra, impediva la visuale su tutto il lato destro. Da qui uno del gruppo assestava un forte schiaffo sul palmo della mano esposta, e ogni giocatore, componente del gruppo, poi,
col dito alzato, fingeva, davanti allo schiaffeggiato che si era girato, di essere stato lui l’autore dello schiaffo.

Silvio Falato – Schiaffo, Quattro cantoni, Papà gelorme – vesuvioweb 2019

 

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, guardia sanframondi

Discussione2 Comments

  1. Silvio Falato ha detto:

    Ringrazio il dottore Aniello Langella per l’ospitalità e soprattutto per l’originale e realistica interpretazione grafica che ha fatto del gioco “Re pakkere”. Veramente bella! Complimenti.

Aggiungi un commento