Olga Elia (1902 – 1977)

Inserito da: · marzo 15, 2019

Olga Elia
(1902 – 1977)

Insigne archeologa, direttrice degli Scavi di Pompei, soprintendente alle antichità, professoressa universitaria

Di

Umberto Vitiello Vadim

Circa un anno dopo, all’inizio del mese di gennaio del 1929 Amedeo Maiuri (Veroli 1886 – Napoli 1963), soprintendente alle Antichità della Campania, con competenza anche su parte del Lazio meridionale, dell’attuale Molise e della Basilicata  occidentale, la nominò sua collaboratrice e le assegnò i seguenti importanti incarichi: 1) curare il catalogo delle pitture murarie di Pompei in prosecuzione di quanto già compiuto dall’archeologo tedesco Wolfgang Helbig (1839-1915) e dall’archeologo napoletano Antonio Sogliano (1854-1942); 2) riordinare la collezione di avori, ossi, ambre, terrecotte architettoniche, stipi votive del Museo Archeologico Nazionale di Napoli; 3) riordinare l’Antiquarium pompeiano; 4) seguire gli scavi in corso a Pompei e i rinvenimenti casuali nei territori circostanti.

Umberto Vitiello Vadìm – Olga Elia – vesuvioweb 2019

 

Discussione1 Comment

  1. Jana Haasová ha detto:

    Grazie per un interessante articolo commemorativo dedicato all’archeologa Olga Elia.

    Salute

    Jana

Aggiungi un commento