Re Mastece

Inserito da: · marzo 15, 2019

Rǝ ‘Mmàštǝcǝ – Rǝ Qwarrwòccǝlǝ – San Gjwòrgǝ
Giochi Femminili

Di

Silvio Falato

Il prescelto dalla sorte lancia per primo la sua “zecca”, cercando di colpire il “ ‘mmàštǝcǝ”; sua preoccupazione è comunque anche quella di calibrare bene la forza, perché deve cercare di far fermare la propria “zecca” il più vicino possibile al “ ‘mmàštǝcǝ”. Se il giocatore riesce a colpire il “ ‘mmàštǝcǝ” e a far cadere a terra le figurine o le monetine, quelle di esse che si verranno a trovare più vicine alla sua “zecca” che al “ ‘mmàštǝcǝ” saranno da lui vinte, quelle che nel cadere resteranno più vicine al “ ‘mmàštǝcǝ” resteranno in gioco e diventeranno oggetto di mira degli altri giocatori. Le “zecche” lanciate dovranno rimanere sempre nel posto di fine traiettoria, perché può avvenire che i giocatori successivi o facciano cadere loro il “ ‘mmàštǝcǝ” o investano le monetine o le figurine già cadute e le trascinino in un punto che è più vicino a qualche “zecca” lanciata che al “ ‘mmàštǝcǝ”, diventando così di proprietà del giocatore a cui appartiene la “zecca”. La partita si chiude quando saranno conquistate tutte le poste.

Silvio Falato – Re mmastece – Rǝ ‘Mmàštǝcǝ – Rǝ Qwarrwòccǝlǝ – San Gjwòrgǝ – Giochi Femminili – vesuvioweb 2019

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, guardia sanframondi

Aggiungi un commento