Pietro Antoniani e Napoli landscapes

Inserito da: · aprile 7, 2019

Pietro Antoniani e Napoli landscapes

Milano 1740 – 1805

 

Le tele di questo artista, dedicate al tema “Terra Vesuviana” appartengono al periodo de vedutismo napoletano della fine Ottocento, adattate a quello spirito artistico ed in parte rivoluzionario che faceva capo a Giacinto Gigante. In questa proposta di “lettura artistica” abbiamo scelto le due tele più importanti. Sembrano quasi appartenere ad un progetto: il golfo di Napoli e le sue sponde ritratte da due punti di osservazione diametralmente opposti.

Il primo è la riviera di Chiaia, dove è facile godere dell’atmosfera rilassata e quieta della marina affiancata ai palazzi storici; al spiaggia lunga e sabbiosa dove campeggia al centro la Chiesa e Monastero di San Leonardo D’Orio; in fondo lo sperone di Megaride con il Castel dell’Ovo e la scena dominata dalla sagoma inconfondibile del Vesuvio.

 

 

La seconda opera, ci viene proposta dal lato opposto del Golfo e più precisamente da Castellammare di Stabia. L’atmosfera è cupa, serale, volutamente buia per dare risalto alle lave che dal cratere scendono verso Torre Annunziata. I dettagli descrittivi del tessuto urbano sono notevoli al punto di diventare preziosi elementi di studio per un’architettura antica, passata. La luna che riverbera la propria luce sul mare, riconducono “all’idea romantica del Vesuvio” e tra le righe il mare calmo con le barche prossime a riva, sembrano voler dire ancora a chi osserva la scena che in fondo questo vulcano irascibile ed imprevedibile, tanta paura non incute.

 

 

Discussione2 Comments

  1. mari ha detto:

    …………grazie molto interessante……Dipinti di una grandezza unica.
    ……………

  2. Jana Haasová ha detto:

    Grazie per aver ricordato il pittore Pietro Antoniani e i suoi bellissimi dipinti. Ho anche guardato i suoi altri dipinti di Napoli e del Vesuvio. Aggiunta del link alla galleria di immagini:

    https://artuk.org/discover/artists/antoniani-pietro-174017501805

    Salute Jana

Aggiungi un commento