POMPEI NELLA MITOGRAFIA LETTERARIA INGLESE T. B. MACAULAY

Inserito da: · maggio 31, 2019

POMPEI NELLA MITOGRAFIA LETTERARIA INGLESE T. B. MACAULAY

di

Vincenzo Pepe

 

La prima reazione degli abitanti è di sbigottimento, di silenzio: zittiscono i canti e i suoni, ma in quella terribile calma “ogni petto sentì in un attimo il sangue ghiacciarsi/ e ognuno poteva sentire il cuore del vicino sussultare di paura.” Dopo questo primo istante, si scatena l’isterismo collettivo, di persone in fuga che travolgono e vengono travolte. Il terrore ha reciso in un attimo i legami di sangue, di parentela, degli affetti, e ha annientato ogni sentimento di pietà e di solidarietà:

C’è una pausa brevissima. Poi scalmanate si alzano
le grida convulse, e le urla di terrore…
I bambini invocano pietà dalle madri,
sotto i piedi dei fratelli cadono i fratelli.
Guarda il disgraziato morente che invano tende
lo sguardo accusatore verso quel volto ben noto.
Vedi a terra schiacciata la fanciulla che sul punto di soccombere
si aggrappa ai piedi dell’innamorato, e ne invoca l’aiuto.
Vano è lo sguardo implorante e l’urlo frenetico:
tutto, tutto è paura; prestare soccorso significa morire.

 

Vincenzo Pepe – POMPEI NELLA MITOGRAFIA LETTERARIA INGLESE T B MACAULAY – vesuvioweb 2019.pub

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Storia e cultura

Discussione1 Comment

  1. Silvio Falato ha detto:

    Bella descrizione!

Aggiungi un commento