L’affermazione dei civili: il caso degli Hodierna

Inserito da: · luglio 3, 2020

STUDI STORICI SARNESI
L’affermazione dei civili: il caso degli Hodierna

Di

Gaetana Mazza *

 

Sono ricostruiti i percorsi di formazione ed istruzione nel panorama culturale sarnese nell’Età Moderna. Servendosi di recenti studi si è ampliato il quadro generale finora disponibile e si sono offerte nuove letture sulla felice convergenza di intenti tra pubblico e privato, tra potere politico ed ecclesiastico, che portò in città un sensibile rinnovamento culturale di cui ne fu espressione il filosofo Vincenzo Colle detto “il Sarnese”. Nel 1706 alla scuola pubblica frequentata da ragazzi di sesso maschile fu aggiunta una scuola per le donne di civile condizione, grazie all’opera del magnifico Giacomo Odierna erede ed esecutore testamentario del fratello, il reverendo d. Ponziano, che fondò il Conservatorio di S. Francesco Saverio. The training and educational paths of Sarno cultural scene in the Modern Age, are here well reconstructed. Thanks to some recent studies, the general knowledge of the matter was expanded and new readings about the new significant cultural enthusiasm have been taken into account. Public and private, political and ecclesiastical powers had a relevant impact on the cultural life during the 16th and 17th century. The philosopher Vincenzo Colle called “the Sarnese” was a prominent figure in that period. In 1706, a school for women was added to the state school attended by males, thanks to the work of the “magnifico” Giacomo Odierna, heir and executioner of his brother, the Reverend D. Ponziano, who founded the Conservatory of S. Francesco Saverio.

Gaetana Mazza – L’affermazione dei civili – Il caso degli Hodierna – vesuvioweb 2020

 

*Gaetana Mazza, già docente di materie letterarie, da anni è impegnata negli studi storici, utilizzando soprattutto fonti primarie. Ha pubblicato: La Regia Scuola “Guido Baccelli” saggio contenuto in I cento anni della Scuola Media Statale “Guido Baccelli” di Sarno (1899-1999) (Baronissi
2001); Streghe, guaritori e istigatori (Roma 2009); I processi inquisitoriali nella Diocesi di Sarno (1680-
1759) (Roma 2013); Tra storia e storie. Banditismo, brigantaggio e milizie civili nel Meridione d’Italia
dal XVI al XIX secolo (Roma 2015). È coautrice, insieme alla figlia Elena Amendola, del saggio
dedicato alla storia dell’ambiente e del territorio Storia liquida (Sarno 1999).

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, I personaggi illustri, Storia e cultura

Discussione2 Comments

  1. Agostino Odierna ha detto:

    Complimenti per l’articolo.

  2. Agostino Odierna ha detto:

    Complimenti per l’articolo.

Aggiungi un commento