Categoria: La linguistica nell’area vesuviana

11 Feb

Lo ‘Nfierno – L’Inferno di Dante in Lingua Napoletana

by Vesuvioweb

Lo ‘Nfierno – L’Inferno di Dante in Lingua Napoletana Di Domenico Jaccarino Con l’espressione “Inferno napoletano” finora si è sempre indicato un volume antologico di poesie erotiche in lingua partenopea, con riferimento all’enfer (in francese: inferno), cioè alla sezione di una biblioteca che conteneva tale genere letterario. D’ora in poi “Inferno napoletano” potrà nobilitarsi ed indicare anche […]

11 Dic

Il Dialetto Napoletano – Appunti di Grafia e Grammatica

by Vesuvioweb

Il Dialetto Napoletano – Appunti di Grafia e Grammatica Di Salvatore Argenziano La preposizione semplice – a – Deriva etimologicamente dal latino – ad -. La presenza della dentale – d – provoca il raddoppiamento consonantico della parola che segue Vaco a mmagnà. Stongo a Bbologna. Ce verimmo a Nnatale ***N. Lombardo. Te le manno volanno […]

17 Ott

La Toponomastica di Guardia Sanframondi – Oronimi e Coronimi

by Vesuvioweb

La Toponomastica di Guardia Sanframondi – Oronimi e Coronimi Di Silvio Falato Karvarùse: s. m. “Calvaruso”; monte di Cusano Mutri, ben visibile da Guardia sul lato nord-ovest. Si ricordi il proverbio:”Qwànde vìte nìwere ‘nkòppe Kalvarùse, fuitènne skàuz’e skarùse”: “Quando vedi nero (molto nuvoloso) sopra (la cima del) Calvaruso scappatene (anche se stai)scalzo e senza copricapo”. […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Guardia Saframondi, guardia sanframondi

12 Giu

Grafie del napoletano dai classici a Facebook

by Vesuvioweb

Grafie del napoletano dai classici a Facebook Di Pietro Maturi Pietro Maturi – Grafie del napoletano dai classici a Facebook – vesuvioweb 2020 La relazione tra grafia e livello fonetico-fonologico rappresenta un aspetto di particolare interesse per qualunque varietà di lingua, e non solo per quanto riguarda la regolarità o irregolarità della relazione tra foni […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Pietro Maturi

07 Feb

Passeggiata tra 102 parole napoletane

by Vesuvioweb

Passeggiata tra 102 parole napoletane Di Alfredo Imperatore Il verbo napoletano accucchià o accucchiare, pur derivando chiaramente dall’italiano accoppiare, composto da a (rafforzativo) + coppia, ha un significato molto più estensivo del semplice accoppiare. Il nostro accucchià significa adunare, appaiare, riunire, apparigliare, mettere insieme, ecc. È famosa la frase che il nostro grande commediografo Eduardo […]

12 Gen

Il contranommo

by Vesuvioweb

Il Contranommo Di Giuseppe Giacco Di un giovane bello e di carattere si può dire che è: ammartenato (da martino= coltello dei guappi); se ama vestire a puntino come un damerino: don fichino, milurdino; se si impiccia di tutto e s’intriga come donnicciola: farenello, nacchennello; se è poco virile, è sciacquariello, babbilano; se si atteggia […]

15 Dic

Il Dialetto Napoletano

by Vesuvioweb

Il Dialetto Napoletano Appunti di Grafia e Grammatica Di Salvatre Argenziano Salvatore Argenziano – Grafia e Grammatica Napoletana – vesuvioweb 2018 L’articolo singolare maschile – il -, – lo -, è – ’o -. ’O mare,’o ciardino, ’o frate, ’o strummulo1. Per le parole inizianti per vocali, l’articolo è – l’ -. L’addóre, l’ommo, l’uósemo. […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Grafia e Grammatica Napoletana

04 Nov

Il Bello delle Parole – Appassulatella

by Vesuvioweb

Il Bello delle Parole – Appassulatella Di Alfredo Imperatore D’Annunzio, abruzzese, tra l’altro rinomato linguista, certamente non era padrone del dialetto napoletano. Altrimenti come si può giustificare quel “un po’ appassita”, se non ritenendo che egli intendeva dire “un po’ appassionata”, la qual cosa farebbe rientrare nella logica, l’aver in animo baciare una vucchella… appassionatela. […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Alfredo Imperatore

23 Giu

Fortune dell’articolo determinativo e del genere neutro nel Sannio Beneventano

by Vesuvioweb

Fortune dell’articolo determinativo e del genere neutro nel Sannio Beneventano di Silvio Falato Nel passaggio dal latino all’italiano i tre generi del nome, maschile, femminile e neutro, diventano due; si perde per strada  l’ultimo, che pure comprendeva tanta parte del lessico antico. Tale riduzione interessa soprattutto l’area toscana, quella in cui nasce la lingua italiana; […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Guardia Saframondi