Categoria: Arte e artisti a Napoli

19 Ott

La cartografia di Napoli nel 1704 in una vista a volo d’uccello

by Vesuvioweb

Journal du voyage d’Italie de l’Invencible et glorieuse Monarque Philippe V Roy ol’Espagne Di Bulifon, Antonio (1649-ca. 1707) Edito a Napoli nel 1704 Da Nicolas Bulifon A cura di Aniello Langella Cartografia di Napoli al 1704 di Antonio Bulifon – Da BNE – 2019 Da http://bdh-rd.bne.es/viewer.vm?id=0000001310                                         ______________________________________________________________   Bibliografia relativa ad Antonio Bulifon Antoine […]

04 Ott

La via Mezzocannone a Napoli

by Vesuvioweb

La Via Mezzocannone a Napoli Di Aniello Langella Che lungo questa strada vi sia stata una porta, non vi è dubbio alcuno. Tuttavia tra i vari grandi autori della ricerca storica napoletana, si è molto dibattuto sul dove esattamente questa fosse collocata. Per alcuni guardava verso sud, ossia verso l’area portuale, per altri si apriva […]

26 Gen

L’Arc de Triomphe a Naples

by Vesuvioweb

L’Arc de Triomphe a Naples Riflessioni iconografiche tra schemi di architettura ed invenzione artistica Di Aniello Langella Les quatre statues placées dans des niches, au-dessous du fronton, figurent, disent de vieux auteurs, « quatre des grandes vertus du roi». Dans le bas-relief principal, le roi Alphonse est assis sur un char que surmonte un dais; […]

01 Dic

I materiali locali nella tradizione costruttiva dell’Italia meridionale

by Vesuvioweb

I materiali locali nella tradizione costruttiva dell’Italia meridionale Di De Simone Crescenzo Vitruvio, nel suo trattato “De Architectura”, definisce “Opus Caementicium” la miscela di calce, pozzolana, cocciopesto e “caementa”, cioè pietra grezza e frammenti di pietra quali travertino o altri materiali piroclastici, che interrompono le micro-fessurazioni che si creano a seguito del naturale ritiro della […]

01 Dic

Le donne della Repubblica Napoletana del 1799

by Vesuvioweb

Le donne della Repubblica Napoletana del 1799 Di Umberto Vitiello Arrestate, Giulia e Maria Antonia furono condannate alla confisca di 167 ducati e a sette anni di esilio. Per cui dovettero imbarcarsi e trasferirsi a Marsiglia. Da dove poi Giulia raggiunse suo marito, il duca Luigi Serra di Cassano, a Pistoia, dove in un albergo […]