Categoria: Cultura

11 Feb

Il Carnevale

by Vesuvioweb

Di Silvio Falato E tǝ fànnǝ r’aùrǝj’e bbòn’annàta, E ti fanno gli auguri di buon’annata, tùtta chjèna dǝ frùttǝ e affǝrtǝnàta; tutta piena di frutti e fortunata; sǝ d’à ‘šta bbòna ggéntǝ la špǝrànza si dà a questa buona gente la speranza dǝ nǝn vǝdè chjù ‘e pànǝ la mankànza di non vedere più di […]

11 Feb

Carte sudate e no

by Vesuvioweb

Di Ciro Adrian Ciavolino Non ho una fraseologia tecnica più o meno prevedibile, come hanno, un esempio, quei tempestivi cronisti sportivi che cominciano a scrivere dalla tribuna stampa nelle cui vetrate, a vederli, sembrano polli in batteria sul becchime, i quotidiani hanno le loro urgenze, il cronista deve chiudere in un’ora, poco più poco meno, […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Ciro Adrian Ciavolino, Storia e cultura

11 Feb

Il Carnevale

by Vesuvioweb

Di Giuseppina Di Vicino Una maestria eccezionale! Bravura, stile, tutto rivela l’arte di quanti hanno concorso alla preparazione. Al di là di tutto questo rumore, all’indomani riappare l’uomo con tutti i suoi oneri. Allora mi chiedo: e la Felicità? Un attimo, per capire … penso … Giuseppina Di Vicino – Il Carnevale – vesuvioweb 2017.pub […]

29 Gen

09 – Sostantivi e Aggettivi

by Vesuvioweb

Di Salvatore Argenziano Da Grafia e Grammatica Napoletana Il Neutro Nel dialetto napoletano, i generi dei sostantivi sono tre. Al Femminile e al Maschile dell’italiano, si aggiunge il Neutro. La natura neutra della parola è evidenziata, nella fonia dal raddoppiamento della consonante iniziale soltanto in presenza dell’articolo1. Di conseguenza questo raddoppiamento è reso evidente nella […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Grafia e Grammatica Napoletana

29 Gen

Istoria civile del Regno di Napoli di Pietro Giannone

by Vesuvioweb

Istoria civile del regno di Napoli con accrescimento di note e con moltissime correzioni e citazioni de nuovo agguinte Di Pietro Giannone Quinta edizione Italiana e seconda Napoletana. Pubblicata nella Stamperia Di Giovanni Gravier in Napolinel 1770 Definito come il più grande e insigne illuminista del suo tempo, fu costretto a fuggire da Napoli, per […]

21 Gen

Cartografia vesuviana del 1570

by Vesuvioweb

Di Joan Martines Manuscritos iluminados. Portulanos – Siglo XVI. Atlas. 1570 Cortesao, A. Cartografia e cartografos portugueses dos seculos XVI e XVII. Lisboa, 1935. La Ronciere, M. de, y Mollat de Jourdin, M. Les portulans : cartes marines du XIIIe au XVIIe siecle. Fribourg, 1984. En el primer mapa: Joan Martines En messina Anny 1570. […]

13 Gen

Introduzione al giudizio di Tacito su Giulia Agrippina Augusta I richiami virgiliani e la ricostruzione della morte

by Vesuvioweb

Di Salvatore Conte Molti aspetti della vita di Agrippina sembrano invero mitici o romanzati, pur nella loro esasperata concretezza. Sovvertì per alcuni anni il sistema patriarcale di Roma, come più tardi Zenobia. Ma mentre quest’ultima si ricollegava ai fasti femminili di Didone, Giulia Agrippina era l’inattesa espressione di quella famiglia imperiale che di più si […]

13 Gen

San Gennaro e Giuseppe de Ribera

by Vesuvioweb

Giuseppe de Ribera detto Lo Spagnoletto. Napoli, il Duomo, Cappella di San Gennaro. Foto di Erardi Marcello   https://archive.org/stream/jusepederiberalo00maye   _______________________________________________________________________________ La Deputazione del Tesoro La nascita della cappella è legata agli anni difficili che visse Napoli durante la prima metà del XVI secolo, caratterizzato per l’appunto da conflitti bellici oltre confine ed interni, crisi […]

13 Gen

Natale 1885

by Vesuvioweb

Racconto di Natale 1885 Anonimo … Per molti il giorno dei morti è giorno triste e, convenzionalmente, si piange anche quando, la sera, si va a cena con una bella ragazza; ma il giorno veramente triste e quello in cui udite intonare, la prima volta , la novena dello zampognaro. Mentre siete sdraiato sulla vostra […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Presepio e pastori

31 Dic

I tre cannoni

by Vesuvioweb

Di Francesco Raimondo Avevano nascosto la “refurtiva” in un buco di ànneto che numerosi erano  presenti sulle pareti delle costruzioni che affacciavano sul Mercato e che offrivano anche ricovero e nidi ai piccioni della zona. Sicuri di non essere stati visti avrebbero poi ripreso l’oggetto il giorno dopo. Non andò come avevano programmato. E nel […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Francesco Raimondo