Categoria: I monumenti

11 Mar

Artisti e committenze nella Valle del Sarno

by Vesuvioweb

Di Carmine Zarra Contrariamente a quanto già si conosce della Valle del Sarno – dai rinvenimenti archeologici alla filiera agricola-alimen tare – il patrimonio monumentale e pit torico costituisce la comprensione esatta della ricchezza artistica del territorio. A testimoniarlo è la presenza di castelli che sovrastano i crinali delle montagne a guardia del territorio: Sarno, […]

17 Gen

Itinera peregrinorum negli affreschi del complesso monastico di Sant’Anna a Nocera Inferiore

by Vesuvioweb

Di Carmine Zarra Il “Cammino di Santiago” e le vie verso Gerusalemme e Roma, nel Medioevo erano le strade più battute dai pellegrini e costituivano la spina dorsale europea degli itinerari di pellegrinaggio. In questo imponente sistema viario si inserisce la fondazione del monastero domenicano intitolato a Sant’Anna a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno. […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, I monumenti

14 Nov

Marco Pino e i dipinti ritrovati

by Vesuvioweb

Marco Pino e i dipinti ritrovati Di Carmine Zarra Marco Pino … La ricchezza e l’importanza di cui l’abbazia fu dotata è documentata e ricordata in qualche fonte: il monastero certamente per la strettezza del sito è molto ben acconcio, ma la chiesa, benché piccola, per la vaghezza delle pitture, particolarmente di una di Raffaello […]

07 Gen

Rocco Vitolo – Il Monastero di Santa Chiara in Nocera Inferiore

by Vesuvioweb

Mancano fonti documentarie certe circa la data della sua fondazione. Secondo alcuni cronisti, il monastero di Santa Chiara, collocato inizialmente proprio alle falde della collina di San Pantaleone, fu sepolto da una frana pochi anni dopo la sua apertura. Le uniche due monache salvatesi furono ospitate presso un ospizio dei frati minori del Convento di Sant’Antonio, […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, I monumenti

07 Gen

Aniello Langella – Caravaggio e il Pio Monte della Misericordia a Napoli

by Vesuvioweb

La strada che oggi napoletani chiamano Decumano, ricordandone così, le sue antichissime origini era come sempre affollata e sonora. Mi ero distratto, quel giorno cercando di rivedermi quel pezzettino di Napoli, tra i suoi mille colori e i sapori, e avevo quasi perso di vista il mio ultimo e anche primo intento: rivisitare il Pio […]