Categoria: Vesuvius e ars culinaria

03 Set

… càvere ca’…

by Vesuvioweb

Di Aniello Langella Avevo sentito spesso quella voce, vi dicevo, ma quel giorno il pizzaiolo della villa comunale dove mi ero recato per mano al nonno, sembrava diverso dagli altri. Quello non era un pizzaiolo ambulante, ma un professionista vero, con una voce da tenore e con uno sguardo da furbo sotto le folte sopracciglia […]

25 Giu

La “copeta”: fatti e misfatti

by Vesuvioweb

Di Armando Polito … L’etimologia è come l’amore, o, se preferite la vita: riserva gioie e dolori, conferme e tradimenti, sicurezze che vanno in frantumi quando amaramente ci si accorge di essere stati ingannati (o, meglio, di essersi ingannati) e quel sentimento che condensa in sé la fondamentale contraddittorietà del nostro passaggio terreno, nello stesso […]

03 Feb

Aniello Langella – Alici sotto sale. Antico mestiere e antichissima usanza

by Vesuvioweb

Il Garum di altri tempi. La salsa odorosa e saporita, ricavata dalle acciughe e sgombri e che i romani definivano come Garum ha attraversato i secoli restando quasi immutata nella sua ricetta antichissima. Lungo quasi tutte le sponde del Mediterraneo si preparava e si prepara ancora allo stesso modo. Un ricordo del passato per raccontare […]

25 Gen

Gianna De Filippis e Salvatore Argenziano: I napoletani da “mangiafoglia” a “mangiamaccheroni”

by Vesuvioweb

Questo è il titolo di un affascinante saggio di Emilio Sereni pubblicato nel 1958 sulla rivista “Cronache Meridionali”. Un viaggio nella storia della alimentazione del Mezzogiorno, dal medioevo al 1800. La sua rilettura mi ha dato l’occasione per un viaggio nella letteratura gastronomica napoletana. L’appellativo di “mangiafoglia” derivava ai napoletani dalla dieta alimentare prevalente, prima della comparsa massiccia dei maccheroni […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vesuvius e ars culinaria

25 Gen

Carlo della Valle – Magnanno napulitano

by Vesuvioweb

’A menesta maretata A Napule ’a menesta maretata è ’a piatanza d’’a gente puverella, pe bia c’’a faie cu quacche cutenella, n ’uosso ’e presutto, nu poco ’e fellata e doppo virze, cicoria e turzelle, vruoccole ’e foglie, ajète e scarulelle. Dunque, venimmo a nuie: dint’ ’a pignata miettece tutte quante ’e cutenelle, l’uosso ’e presutto […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vesuvius e ars culinaria

24 Gen

Raffaele Bracale – Cannarunciélle d”o pecuozzo

by Vesuvioweb

Cominciamo col dire che la voce partenopea pecuozzo di per sé à un ambito piú ristretto delle voci della lingua nazionale: bigotto/a, bacchettone/a, baciapile, collotorto, pinzochero/a che designano tutte all’incirca una persona che badi alle pratiche esterne della religione piú che allo spirito di essa, ed estensivamente quindi una persona ipocrita attenta piú all’apparire che […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vesuvius e ars culinaria

24 Gen

Mimmo Carratelli – Le meraviglie del Vesuvio

by Vesuvioweb

Il Vesuvio dorme, il Vesuvio produce. E’ una grande dispensa. Amilcare Troiano, Presidente del Parco nazionale del Vesuvio nato nel 1955, ci fa da guida. Dice: “Abbiamo il vulcano più famoso del mondo, ma anche uno dei cinque vulcani più pericolosi del mondo per la fortissima conurbazione urbana che si è andata formando negli anni intorno ad esso”. Nella quiete, […]

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Vesuvius e ars culinaria