Categoria: Curiosità antropologiche

11 Feb

Il Carnevale

by Vesuvioweb

Di Silvio Falato E tǝ fànnǝ r’aùrǝj’e bbòn’annàta, E ti fanno gli auguri di buon’annata, tùtta chjèna dǝ frùttǝ e affǝrtǝnàta; tutta piena di frutti e fortunata; sǝ d’à ‘šta bbòna ggéntǝ la špǝrànza si dà a questa buona gente la speranza dǝ nǝn vǝdè chjù ‘e pànǝ la mankànza di non vedere più di […]

28 Set

Antichi mestieri di Napoli, di Raffaele Bracale

by Vesuvioweb

‘O rammariello, ‘o ‘mpagliasegge, ‘o ‘mmolafuorfece, ‘o vrennajuolo, ‘o najuolo, ‘o zarellaro, ‘o sanzaro, ‘o paglette, ‘o zarellaro, ‘o paternustraro/a, ‘o signurino , … Gli antichi e vecchi mestieri di Napoli di Raffaele Bracale … con il nome di stagnaro, ma quell’artiere che provvedeva a ricoprire di stagno le pareti interne(quelle che sarebbero dovuto andare a contatto con i cibi cotti) delle pentole di rame ) […]

01 Feb

S’è strujuta ‘a cannela, di Michele Langella

by Vesuvioweb

S’è strujuta ‘a cannela   di Michele Langella Michele Langella – S’è strujuta ‘a cannela – vesuvioweb 2013 … Di tanto in tanto, quando eravamo bambini, la nostra dolcissima nonna Carmela ci guardava con fare indagatorio e ci chiedeva se c’era stato qualcosa che ci avesse messo paura: “papà di ha sgridato?”, “sei stato spaventato da un cane?” […]

04 Feb

Raffaele Bracale – Totonno ‘e quagliarella – Viaggio dentro il Dialetto Napoletano & Dintorni

by Vesuvioweb

Il destro, questa volta, per talune note linguistiche su voci della lingua napoletana, me lo fornirà il testo di TOTONNO ‘E QUAGLIARELLA una delle più vivide e dense composizioni poetiche di Giovanni Capurro, il famosissimo poeta autore dei versi de ‘O SOLE MIO la canzone che musicata (1917) da Eduardo Di Capua (1865 – 1917) […]

03 Feb

Mario Focone – Le ho trascritte personalmente. Insegne moderne e antropologia cittadina

by Vesuvioweb

Saranno in pochi a crederci, ma il nostro amico Focone di Napoli in tantissimi anni di grande ricerca e di “studi” approfonditi, ha raccolto queste testimonianze tra i vicoli, tra le strade importanti della città. A leggerle tutte ci sembrano quasi uscite dal copione di un comico di Zelig, ma lui giura e spergiura, mettendosi la […]