Giovanni Abete – Lo status sociolinguistico della dittongazione spontanea. Realtà campane e calabresi a confronto

Inserito da: · gennaio 15, 2012

Con il seguente contributo intendo analizzare gli aspetti sociolinguistici della dittongazione spontanea in due centri del Tirreno meridionale: Pozzuoli (NA) in Campania e Belvedere Marittimo (CS) nella Calabria settentrionale. Lo scopo è di far emergere le peculiarità delle due comunità e delle risposte che queste danno alle dinamiche tra dialetto locale, varietà dialettali limitrofe e italiano regionale.

Giovanni Abete – Lo status sociolinguistico della dittongazione spontanea – Realtà campane e calabresi a confronto – vesuvioweb

 

Le due comunità presentano situazioni sociolinguistiche molto diverse, dovute alle differenze demografiche, alla diversa composizione sociale, alla diversa struttura economica, alla presenza nel caso di Pozzuoli di un vicino centro di prestigio quale Napoli. Lo spazio del dialetto locale e il suo statuto all’interno del più ampio repertorio a disposizione della comunità sono fortemente influenzati da tali fattori. D’altra parte, sul piano propriamente linguistico, i dialetti di entrambe le cittadine sono interessati da processi di dittongazione spontanea strutturalmente simili. Il fenomeno in questione consiste nell’alternanza sincronica degli esiti di una variabile vocalica tra varianti semplici e varianti dittongali.

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Giovanni Abete

Aggiungi un commento