La Villa delle Ginestre a Torre del Greco – Reportage fotografico

Inserito da: · gennaio 23, 2012

L’edificio fu costruito nel Settecento dal canonico Giuseppe Simioli, professore di teologia al Seminario Arcivescovile di Napoli, che vi ospitava spesso uomini valenti nelle lettere e nelle arti, come Bernardo Tanucci e Luigi Vanvitelli. Nell’Ottocento la villa passò alla famiglia Ferrigni. Nel 1836 Antonio Ranieri, cognato del proprietario, vi ospitò l’amico Giacomo Leopardi, il quale vi soggiornò fino alla morte, e ivi scrisse diversi Pensieri, Il tramonto della luna e La ginestra, lirica da cui la villa prese il nome. Dopo l’avvicendarsi di diversi proprietari ed alcuni anni di incuria, la villa è stata acquistata dallo stato nel 1962 per l’Università di Napoli Federico II,…

La meridiana di Villa delle Ginestre. Sine sole sileo.

1 Villa delle Ginestre a Torre del Greco – Reportage fotografico – vesuvioweb

2 Villa delle Ginestre a Torre del Greco – Reportage fotografico – vesuvioweb

…che l’ha data in comodato all’Ente per le ville vesuviane. Restaurata grazie al Centro Studi Leopardiani di Recanati, è destinata ad ospitare eventi culturali e di celebrazione dell’opera di Leopardi. Dal 2006 è sede del Premio leopardiano La Ginestra che viene assegnato a personalità che con i loro studi si sono distinte nell’analisi, nell’approfondimento e nella divulgazione della poesia di Giacomo Leopardi.

Aggiungi un commento