Paolo Campanelli – VISITA ALLA “VILLA B” DI TORRE ANNUNZIATA HORREA CON MOLTI MISTERI

Inserito da: · gennaio 8, 2012

In occasione della redazione degli Appunti di Urbanistica Pompeiana, apparsi recentemente su Vesuvioweb, si ritenne opportuno eseguire una rapida rassegna delle Opere Pubbliche destinate a sostenere il potenziamento delle risorse economiche individuate dai Tecnici dell’Erario lungo la fascia costiera del Sinus Campanus. Dopo l’eruzione del 79 d.C., Roma aveva deciso di abbandonare questo avveniristico progetto in quanto uno dei suoi due punti di forza era letteralmente scomparso, sepolto sotto una sterminata coltre di cenere.

Paolo Campanelli – VISITA ALLA VILLA B DI TORRE ANNUNZIATA HORREA CON MOLTI MISTERI – vesuvioweb

 

Nelle relazioni archeologiche si trovano tracce di avanzate Opere Pubbliche sospese in fase di realizzazione, o realizzate ma non utilizzate, fra le quali spiccano cisterne d’acqua, verosimilmente correlate ad una rete di acquedotti destinati a fornire acqua corrente a tutti gli insediamenti al fine di assicurare uno sviluppo sostenibile al territorio campano. L’assenza di relazioni riguardanti il rinvenimento di strutture riconducibili alla organizzazione dell’Annona, opere di primaria importanza come gli acquedotti, non è da ascrivere a negligenza della pianificazione romana, ma alla destrutturazione del territorio operata dagli eventi verificatisi in fasi storiche successive all’età di Nerone.

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Archeologia

Aggiungi un commento