Francesco de Bourcard – Lazzaroni e facchini – vesuvioweb

Inserito da: · febbraio 3, 2012

Un viaggio storico, come dice l’autore in una Napoli che non c’è più. Siamo stati sul porto della città, abbiamo così osservato le attività lavorative e tra le barche ormeggiate e le mercanzie del molo abbiamo conosciuto i facchini, i Sangiovannari. Un mestiere antichissimo che già durante il periodo aragonese aveva un proprio ordinamento che disciplinava i tempi di lavoro, l’organizzazione delle squadre e anche i sistemi di sussistenza. Tra questa gente che ogni giorno popolava il molo abbiamo conosciuto i lazzaroni…

Francesco de Bourcard – Lazzaroni e facchini – vesuvioweb

… Gli uomini in principio diseredati, gli abbandonati dalla società che non desiderava nel proprio contesto aggiungersi a questa frangia del popolino che non possedeva nulla se non la caparbia volontà di procacciarsi il lavoro. Un viaggio interessante e straordinariamente colorato che ci propone ancora una volta una migliore e più attenta analisi di un fenomeno sociale e anche politico della città che troppo spesso è stato strumentalizzato, in bibliografia, per additare una certa frangia del popolo vesuviano, come fannullone, abietto e negativo in senso lato.

Aggiungi un commento