Discussione4 Comments

  1. silvio falato ha detto:

    Che Paradiso che tenevate! Beati i vostri padri.

  2. beppe rajola ha detto:

    che ricordi! ero un bambinello di pochi anni, quando andavo – a piedi – a mare alla Scala con i miei genitori e fratellini.
    Grazie, caro Giovanni Borriello, per quello che fai: tieni accesa la lampada dei ricordi di una meravigliosa Torre che, purtroppo, ora non c’è più.
    E grazie a Salvatore ed Aniello che ci offrono questi splendidi servizi!!!

  3. Giovanna ha detto:

    E un emozioe unica rivedere i luoghi che ci hanno visto crescere eravamo cosi spensierati solari non avevamo bisogno di niente non ci mancava niente anche se allora la vita era molto difficili i nostri genitori avranno fatto milioni di sacrifici per accompagnarci nella vita ma a noi bastavano le coccole delle nonne un gioco innocente in strada con i nostri compagnetti un bagno nella scalala e consumare le nostre merendine sgli scogli lasciandoci bruciare le spalle quella era vita una vita sana senza nessuna pretesa ci sentivamo tutti uguali ci volevamo bene e non desideravamo piu niente quello era il paradiso della nostra infanzia anche se adesso tutto e diverso non ci manca nulla ma siamo sempre insoddisfatti quale sara il motivo

  4. Enzo Accardo ha detto:

    E’ tutto vero quanto dite. Sappiate, però, che la nostra Torre del Greco è sempre bella nonostante le tante “ferite” che le vengono inflitte dall’incuria di molti. Per me, che vivo lontano da essa, è sempre una grandissima emozione rivederla di tanto in tanto quando ci faccio ritorno. Non credo di conoscere Giovanni Borriello (magari non è così) ma mi congratulo con lui per la sua iniziativa. Serve a farci rivivere grandissime emozioni.

Aggiungi un commento