Parla Fortunata, figlia della Madonna

Inserito da: · gennaio 19, 2014

Parla Fortunata, figlia della Madonna

di

Umberto Vitiello

Non ve la prendete! Che volete? I giovani d’oggi si sa come sono fatti. Senza
sensibilità e privi di educazione, sembrano di un’altra razza o di un altro pianeta.
Per fortuna crescono e, se Dio vuole, prima o poi impareranno a campare.
Siamo stati giovani pure noi e dobbiamo capirli.
Certo, a vedere certe cose ci restiamo male.
E hai voglia a dire che la creanza è buona tredici mesi all’anno! Loro neppure ci
stanno a sentire.
Da qua gli entra e da là gli esce.
Mio figlio, poi, è tutto speciale e da quando s’è dato allo sport pare che per lui non
esista più niente.
È giovane.
E i giovani si lasciano infatuare facilmente. Per loro il mondo scompare e non esiste
più niente e nessuno.
Ci mettono passione, come si dice, e non ragionano più.

icona parla 2

Parla Fortunata figlia della Madomma – Umberto Vitiello – vesuvivoweb 2013

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Umberto Vitiello

Discussione1 Comment

  1. giuseppina di vicino ha detto:

    ho letto amabilmente la storia di Fortunata, figlia della Madonna, che riporta ad una realtà del secolo scorso, periodo che ho conosciuto tramite i racconti di mia madre. La stessa sua sorella aveva promesso alla Madonna come voto che avrebbe adottato un orfanello, cosa che poi fece pur avendo avuto figli naturali. Inoltre mia madre raccontava che da bambina, mandata da sua madre,, come da consuetudine, aveva partecipato a cortei funebri recitando “da orfanella”. Quindi mi complimento per avermi riportato con la memoria a ricordi che serbo gelosamente nel cuore, ad un tempo passato di poche parole ma con tanti fatti. Saluti.

Aggiungi un commento