12 – La vìta de tatìll’e de mamélla – Dicembre

Inserito da: · dicembre 20, 2014

Di

Silvio Falato

Dicembre – dalla raccolta La vìta de tatìll’e de mamélla

Appèna re bontjémpe cj’akkumpàgna,          Appena il nel tempo ci accompagna,
ku re wagljùna vàw’a la mentàgna.                Con i ragazzi vado in montagna.
Dòppe tre òre de bell’arj’apérta,                     Dopo tre ore di buona aria all’aperto,
ce ne scegnìme ku ’na fràsk’ e ’nférta.           ce ne scendiamo con un ramo di alloro.

icona dicembre1

12 – La vìta de tatìll’e de mamélla – Dicembre – Di Silvio Falato – vesuvioweb 2014

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Guardia Saframondi

Discussione4 Comments

  1. Marie ha detto:

    ……..Augurissimi caro Di Silvio Falato……..meravigliosa edditoriale la sua.

  2. Silvio Falato ha detto:

    Un groviglio di eventi che hanno un denominatore comune: la subordinazione degli staterelli italiani ai prepotenti sovrani stranieri. Complimenti all’autore che con mano esperta ci guida nell’andirivieni politico di un anno tanto importante per la storia europea.

  3. Vincenzo ha detto:

    Leggendo questi versi e meditando le immagini, sono stato trasportato indietro in un tempo dove l’incontro con l’altro era il centro della vita dei nostri paesi.
    Complimenti.

Aggiungi un commento