Il pensiero storico di Giambattista Vico (1668 – 1744) oggi più che mai attuale

Inserito da: · giugno 10, 2017

Di

Umberto Vitiello (Vadìm)

Acuto osservatore degli eventi della Storia, Vico anticipa le più moderne teorie critiche del rapporto tra società e cultura, tra  l’essere e il divenire degli avvenimenti che segnano il destino dell’uomo nei secoli
Pierluigi Casalino

La fulgidezza intellettuale di Giambattista Vico non fu capita che vagamente dai suoi contemporanei, ma fu apprezzata e continua a essere giudicata con sommo interesse ogni qualvolta la minaccia d’un ritorno alla barbarie da parte dei “bestioni
insensati” – come lui definisce coloro che si affidano esclusivamente agli stimoli dell’istinto ferino – invoglia ad approfondire la sua teoria dei corsi e ricorsi storici, il ciclo delle tre età in successione ripetitiva: la primitiva, la mediana e la democratica
della storia dell’umanità.

Umberto Vitiello – Il pensiero di Giambattista Vico – vesuvioweb 2017

Aggiungi un commento