13 – La consonante – R –

Inserito da: · marzo 25, 2018

A Lenga Turrese Vocalismo e Consonantismo

13 – La consonante – R

Di

Salvatore Argenziano

La consonante -R- iniziale di parola è soggetta ad alcuni fenomeni che vanno dalla geminazione, alla caduta di -B- e -G- nei gruppi -BR-, e -GR- iniziali.
01-a. Geminazione iniziale
Il re diventa, in dialetto, ’o rre, senza alcuna giustificazione sintattica per questa geminazione. Si tratta di una mutazione fonetica intervenuta, forse per enfasi, già fin dal Seicentoe presente ancora oggi.

***Velardiniello. Nc’era lo Rre Marruocco che s’armava, / panzera, lanza longa e toracone, / e po’ jeva a ttrovà li Mammalucche / co balestre, spingarde, e co ttrabucche.

***P. Sarnelli. Currite, currite, ca Pacecca have acciso lo fratiello de lo Prencepe, lo figliulo de lo Rre!

***G. Fasano. Lebbrecaile lo rre: buono farrisse / pe n’autro ppoco de te stare a spasso / ma si te dico nò tu te darrisse / nnanema e ncuorpo mmano a Ssautanasso

***N. Lombardo. Canto chillo gran Rre ch’into Gragnano / la Reggia de li Ciucce conzarvaje, / e ccomme fuie che, senz’ave’ le mmano, / le mmura e no castiello nce chiantaje;

***G. Quattromani. No juorno voze mèttere / Le mmano ncuollo a tte, / Comm’a lo Rre de Pèrzia / Io mme credeva Rre.
***Eduardo. A chillo ’accide, a chillo ’o scanna… e venuto ’o Rre cumanna scoppole…

13 – Consonante – R – A lenga turrese, vocalismo e consonantismo – Di Salvatore Argenziano vesuvioweb 2018

 

Questo articolo si trova in: 00 In Rilievo, Stròppole linguistiche

Discussione1 Comment

  1. Falato Silvio ha detto:

    Con l’acribia di sempre e la solita dovizia di particolari, soddisfi e delizi il lettore. Complimenti.

Aggiungi un commento