Il rimpiattino o nascondino o nasconderello da noi “Te fòka e te lìscja”

Inserito da: · settembre 1, 2018

Il rimpiattino o nascondino o nasconderello da noi  “Te fòka e te lìscja”

Di

Silvio Falato

Quindi, restando sempre in circolo, a un “uno, due e …tre“, gridato dal solito capogruppo, ognuno, in stretta contemporanea con gli altri, lanciava la mano, aprendo a sua volontà una certa quantità di dita; c’era sempre il contabile capacissimo che in un attimo calcolava la somma e procedeva alla conta per decidere chi doveva “andare sotto”. Lo sfortunato si metteva subito con la faccia al muro e iniziava a contare ad alta voce fino al numero precedentemente concordato. Nel frattempo tutti gli altri, con la massima velocità e oculatezza, si sparpagliavano nelle zone circostanti, alla ricerca di un posto in cui nascondersi. Il designato dalla sorte, terminata la conta, si metteva alla ricerca degli avversari.

Silvio Falato – Il rimpiattino o nascondino o nasconderello da noi Te fòka e te lìscja – vesuvioweb 2018.pub

 

 

Discussione2 Comments

  1. Silvio Falato ha detto:

    Mi congratulo col dott. Aniello Langella per la preziosa rappresentazione grafica che ha fatto del gioco e naturalmente lo ringrazio. Un grazie di cuore anche all’ing. Salvatore Argenziano per l’organizzazione del testo.

Aggiungi un commento