Lo sciopero dei marittimi del 1959 e i prodromi del 1951 a Torre del Greco

Inserito da: · novembre 18, 2018

Lo sciopero dei marittimi del 1959 e i prodromi del 1951 a Torre del Greco

Di

Lina De Luca

Nel corso della sua interpellanza parlamentare, il Comandante Giulietti illustrò i problemi dei marittimi, torresi e italiani, con garibaldina irruenza e giovanile impeto come ebbe a dire il Sottosegretario di Stato all’Interno, che nella sua ricostruzione ricondusse gli scontri avvenuti a Torre del Greco il 16 aprile ad una questione di ordine pubblico. Il rappresentante del governo ammise che già verso la fine di marzo e gli inizi di aprile numerosi cortei di marittimi avevano rappresentato il malcontento diffuso tra i naviganti di Torre del Greco e, sebbene non autorizzati, erano stati comunque consentiti dalle forze di polizia. Ma per considerazioni di ordine pubblico i promotori delle manifestazioni erano stati diffidati dall’organizzarne altre senza la prevista autorizzazione. Nella gestione della protesta si era evidenziato l’attrito tra le sigle sindacali della F.I.L.M. e della FE.GE.MARE, la prima nell’orbita della C.G.I.L. e la seconda facente capo alla C.I.S.L. in aperta competizione sul territorio.

Lina De Luca – Lo sciopero dei marittimi del 1959 e i prodromi del 1951 a Torre del Greco – vesuvioweb 2018

 

Discussione1 Comment

  1. mari ha detto:

    Lina cordialmente ti saluto ed faccio i miei complimenti!!!!!!
    ………….sentimentale ricordo di un tempo che fú ed ci porti alla luce ,

    ………………..grazieMaria

Aggiungi un commento