Luigi Palomba (1867 – 1931): un sindaco che ha dato lustro a Torre del Greco

Inserito da: · gennaio 26, 2019

Luigi Palomba (1867 – 1931): un sindaco che ha dato lustro a Torre del Greco

Di

Umberto Vitiello

Probabilmente gli stessi attivisti fascisti che, non contenti abbastanza di quanto avevano ottenuto il 31 ottobre 1926, organizzarono nel 1927 una spedizione punitiva contro tutta la famiglia del dottor Luigi Palomba, ormai non più sindaco perché da loro destituito. Il giorno stabilito, mentre si armavano di pugnali e manganelli, qualcuno che aveva saputo delle loro intenzioni si sentì in dovere di correre ad avvertire la famiglia del dottore. E i figli dell’ex sindaco, Biondo, Mario e Pietro (2), allora dei ragazzi, riuscirono a scappare in tempo, dopo aver affidato la loro sorellina Maria di appena un anno alla famiglia dei propri vicini, passandogliela dal giardino. La famiglia Palomba abitava in una bella villa del Settecento (3) che si affacciava sulla via Nazionale nel rione Sant’Antonio. Della villa il dottore Luigi Palomba era proprietario.

Umberto Vitiello – Luigi Palomba (1867 – 1931) – Un sindaco che ha dato lustro a Torre del Greco – Vesuvioweb 2019

 

Discussione4 Comments

  1. Ruotolo Giovanni ha detto:

    Grazie professore Vitiello per aver ricordato questa fulgida figura di Torrese che pochi a Torre conoscono se non per la piazza omonima. Luigi Palomba è stato il miglior Sindaco che la nostra vituperata città abbia mai avuto; sue sono le più belle strade di Torre quali C.Battisti, C.Colombo e via A.Diaz.. Uomo retto e coraggioso non si è chinato al fascismo e imperterrito non ha abbandonato la città in quello che fu uno se non il peggior periodo della Storia del nostro Paese. Peccato che non abbia avuto emuli, persone come lui dignitose e solo dedite al bene della collettivià. Dopo, in particolare nel dopoguerra si sono susseguiti al governo della città personaggi opachi, tanto per usare un eufemismo, che hanno coperto di cemento tutto ciò che di bello c’era: ville ottocentesche, giardini lussureggianti e addirittura resti di ville imperiali romane compromettendo così in modo irreversibile il futuro di Torre del Greco. Di nuovo complimenti.

    • umberto vitiello ha detto:

      Son ben lieto di apprendere che il mio articolo su Luigi Palomba ti sia piaciuto e sono io ora a ringraziare te,

  2. marisa ha detto:

    Un bellissimo articolo, in cui ho ritrovato anche qualche eco di racconti ascoltati da mio padre. Una pagina della nostra storia da ricordare e di cui essere orgogliosi.

Aggiungi un commento